LA PERSONALE VISIONE DELLO STILE DI MIA MOLTRASIO

 

La personale visione dello stile di Mia Moltrasio?

Ti posso dire che mi piacciono le cose semplici, gli accostamenti pensati e i dettagli inaspettati. E’ questo lo stile che cerco di infondere nelle nostre collezioni.

 

 

Romantiche e chic ma decisamente con un tocco moderno. Come nasce l’idea di mixare vari elementi, a tratti così lontano tra di loro, per dar vita a ballerine originali e contemporaneamente facilmente indossabili?

L’obiettivo della prima collezione è stato creare delle ballerine originali nei materiali, nei colori e nei dettagli e che fossero allo stesso tempo facili da indossare adatte ad ogni occasione ma con un tocco di glamour.

A prima vista si potrebbe pensare a un brand francese per le caratteristiche tipiche delle ballerine d’oltralpe ma in realtà sono totalmente Made in Italy?

Sì, Made in Italy in tutto e per tutto dai materiali alla lavorazione. La tradizione comasca dei filati , mi riferisco alla seta nello specifico, i materiali di prima scelta e l’artigianato sono alcune delle eccellenze che rendono il Made in Italy grande nel mondo.

 

 

La collezione è realizzata con grande attenzione per i dettagli da artigiani italiani. Quanto influenza ha Como e la storia del territorio?

Como non solo ha influito, ma è fondamentale nella scelta dei materiali con cui creiamo le nostre collezioni. L’eredità comasca della seta è presente in ogni modello fino ad oggi prodotto. I velluti e i rasi delle ballerine sono prodotti a Como e nella loro composizione c’è proprio la seta. Ci sono poi modelli in pura seta e in tessuto jacquard. Con gli scampoli e i fine pezza proprio dei tessuti jacquard acquistati nelle tessiture comasche produciamo bustine porta scarpe che sono pezzi unici per ogni paio di scarpe.

 

 

Piccole opere d’arte da indossare  con un packaging delizioso infatti ciascuna calzatura ha un sacchetto abbinato per custodirle realizzato con tessuti unici. L’idea non è nuova ma di certo oggi il packaging spesso fa la differenza.

La cura del dettaglio è fondamentale per non essere dimenticati. Esistono moltissimi brand che producono ballerine di qualità. Noi volevamo qualcosa che rendesse unico ogni nostro paio di ballerine.

Quali sono le tue passioni e quanto influenzano il tuo lavoro?

Credo che la mia più grande passione sia la lettura mi permette di staccare, di concentrarmi intensamente su qualcun’altro. E’ un bacino indiretto di ispirazione e mi piace pensare che quello che leggo alimenti e ispiri anche indirettamente il mio lavoro.

 

 

Da dove trai ispirazione e perché proprio ballerine e non altra tipologia di calzatura?

Trovo le ballerine un accessorio versatile e utile a tutte le occorrenze. L’altezza poi mi ha reso un consumatrice seriale. Nell’indossarle mi sono spesso trovata a pensare al dettaglio che avrei fatto in maniera diversa: il tacco molto basso, la suola a scomparsa, la scollatura ampia, il lacceto, il glitter, il velluto, la seta … ed eccomi qui.

Hai in mente già la prossima collezione?

Ho molte idee, il problema è che il più delle volte quello che ho in mente non mi soddisfa una volta che viene realizzato il prototipo. Così aggiusto e riaggiusto fino a che non sono convinta. Pensare le collezioni con i tempi della moda, ovvero con più di un anno in anticipo è una cosa su cui devo migliorare.

 

 

In futuro prevedi di affiancare alla collezione di ballerine anche altre linee?

Vorrei inserire anche il tacco, sempre con la stessa vocazione sfizioso ma facile da indossare. Stiamo lavorando a dei prototipi, ma come avrai immaginato, non sono ancora soddisfatta.

Quali siti, magazine o profili instagram ami seguire?

In merito ai magazine mi piacciono molto le riviste di arredamento, amo etsy come sito web e consiglio il profilo instagram di Elena Braghieri.

 

Dove è possibile acquistare la tua collezione?

La collezione è disponibile sul nostro sito www.miamoltrasio.com e abbiamo anche dei negozi partner in alcune città italiane e presto anche in Francia.

 

IG miamoltrasio

FB miamoltrasio

 

Translate »